Isola di Lampione

Natura inviolata

Il paradiso dei sub
          Secondo la leggenda Lampione era in origine un masso che sarebbe sfuggito dalle mani di Ciclope. Si narra di due eremiti che abitarono l'isola in passato ma non vi è alcuna testimonianza certa. L'isolotto, che ha sempre seguito le vicissitudini delle altre Pelagie, non ha mai vissuto avvenimenti storici. Dopo essere entrato a far parte del Regno d'Italia, il 12 giugno 1878 seguì la sorte delle due isole maggiori, essendo incorporato nel nascente Comune di Lampedusa e Linosa. Nel 1897 al largo di Lampione fu avvistato un banco di spugne che attirò l'attenzione di pescatori italiani greci e tunisini che diedero diedero impulso economico all'arcipelago. La pesca, la lavorazione e la commercializzazione delle spugne Spongia officinalis era all’epoca molto redditizia, per via dell’utilizzo delle spugne nella cosmesi ed in altri settori artigianali. Tuttavia con l’avvento delle spugne artificiali questo settore lentamente andò declinando anche per via della progressiva diminuzione delle spugne e per il successivo divieto di pesca. L’Isolotto di Lampione non è stato mai abitato tantomeno oggi e l'unico segno dell'uomo è un faro automatico, da cui deriva il nome dell'isola. Il faro è raggiungibile tramite un sentiero che parte da un piccolo attracco artificiale, adatto solo a piccole imbarcazioni. Lampione fa parte dell’Area Marina Protetta Isole Pelagie ed è in zona C nell'attuale regolamento di zonazione dell'A.M.P. La flora e la fauna non sono quindi soggette a totale protezione e sono consentite alcune attività nel mare circostante l’isola. Molti uccelli marini, in particolare gabbiani, sostano qui regolarmente ed alcuni vi nidificano. Inoltre è presente l'endemico Armadillidium hirtum pelagicum, (Crostaceo endemico) un crostaceo di terra. Le acque nella tarda estate sono popolate da squali, in particolare gli squali grigi, specie protette e non pericolose per l’uomo oltre a numerose specie di cernie, aragoste, ricciole saraghi corvine e miriadi di castagnole ed enormi spugne nere.




Il regno dello squalo grigio






Lampedusa.to
Tutti i contenuti presenti sul sito sono di proprietà della Guitgia Tourist Service S.r.l.
Guitgia Tourist Service s.r.l.

Hotel Baia Turchese Lampedusa
hotel Baia Turchese Lampedusa
Lampedusa, l'isola che ti farà innamorare con la sua natura incontaminata dal fascino selvaggio. Scegli Lampedusa, con noi la tua vacanza in hotel o in appartamenti.
hotel Baia Turchese
92010 via Lido Azzurro
Lampedusa (AG)

P.iva 02080200849.
+39 0922 970 455


Google Plus Lampedusa.To      


Valutazione Lampedusa.to